Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_nairobi

Cooperazione scientifica

 

Cooperazione scientifica

 

Progetto San Marco

Per quanto riguarda la cooperazione scientifica, e’ presente in Kenya, sulla costa dell'Oceano Indiano a nord di Mombasa nei pressi del villaggio di Ngomeni (Malindi) l’unico centro spaziale italiano al di fuori del territorio nazionale, il "Luigi Broglio" Space Center, già Base San Marco, attivo dal 1964 ed attualmente oggetto di una Convenzione bilaterale fra Italia e Kenya firmata nel 1995, per la durata di quindici anni ed in fase di ulteriore rinnovo.
 
Il Centro, realizzato per la volontà e l'infaticabile impegno del Prof. Broglio, "padre dell'astronautica italiana", ad oggi è gestito dall’Agenzia Spaziale Italiana sulla base del D.L. 128/03. Nato come base di lancio di vettori per la posa di satelliti in orbita equatoriale, rendendo l'Italia il terzo Paese al mondo negli anni 60 dotato delle capacità tecnico-scientifiche per poterlo fare, dopo Unione Sovietica e Stati Uniti, ad oggi il Centro svolge la sue attività principalmente nei settori della erogazione dei servizi TT&C (Telemetry, Tracking & Control) per il controllo satellitare e del telerilevamento, operando attraverso molteplici collaborazioni internazionali con le principali agenzie spaziali al mondo, NASA, ESA e CNES, prime fra tutte. In particolare, ad esempio, gli impianti di acquisizione satellitare del Centro vengono utilizzati nel supporto ai lanci dei vettori Ariane nelle fasi LEOP (Launch and Early Orbit Phase), per i quali la Base svolge un ruolo fondamentale essendo la prima stazione di terra ad acquisire i segnali dei vettori appena lanciati dal Centro Spaziale di Kourou nella Guyana francese.



Il Centro è dotato di:
• due catene complete di acquisizione satellitare (antenne, apparati di acquisizione, sistemi computerizzati di distribuzione) ed una terza è in fase di realizzazione;
• una stazione/laboratorio di telerilevamento;
• sistemi di comunicazione satellitari ridondati, che lo collegano all'Italia e di qui al mondo intero attraverso la rete dell'ASI (ASINET);
• connessione ad Internet sia attraverso la rete della ricerca italiana (GARR) che attraverso la rete della ricerca del Kenya (KENET), per la distribuzione dei dati scientifici acquisiti.
Il Broglio Space Center rappresenta un punto di forza della presenza italiana in Kenya e nel continente africano, ed il rafforzamento della sua attivita’ potra’ in futuro costituire una base per potenziare le nostre relazioni con il Paese nel settore scientifico. La posizione strategica del BSC all’altezza dell’equatore, e la mancanza di altre stazioni equatoriali al mondo che abbiano le sue stesse potenzialità nel settore del controllo satellitare, fanno del San Marco uno dei piu’ importanti presidi tecnologici nel panorama della ricerca spaziale internazionale ed e’ per tale ragione che interessi di Paesi terzi (Cina in primo luogo) si sono a piu’ riprese appuntati sul poligono stesso. La collaborazione con la Cina si è andata consolidando negli ultimi anni, grazie all'importante contributo erogato dal Centro nella attivita’ di tracking in supporto ai lanci delle navicelle spaziali Shenzhou  e nell'ambito del programma Tiangong di realizzazione della stazione spaziale cinese.



Progetto San Marco

 


23